Eszter Sallai, Managing Director di Clear Channel Italia, racconta il suo primo anno alla guida della media company

7 Gennaio 2021

«Il mio primo anno da Managing Director di Clear Channel Italia è stato sicuramente molto diverso da come lo avevo immaginato quando sono stata nominata a gennaio scorso. Dopo solo qualche settimana è scoppiata la pandemia e siamo entrati in lockdown. Questo, oltre ad avermi sconvolta da un punto di vista personale, ha stravolto anche i piani e le priorità per Clear Channel.

Il 2020 è stato difficile, ma molto significativo e lo porterò con me per il resto della vita. Ho preso ancora più consapevolezza del fatto che ciò che è più prezioso in un’azienda sono le persone, la salute, il well-being e le relazioni umane che si costruiscono. I momenti difficili rafforzano i rapporti e rivelano il valore di ognuno, proprio per questo ritengo sia necessario avere le persone giuste al posto giusto. Ho rafforzato la mia convinzione che la comunicazione chiara e trasparente, l’empatia e i processi consolidati siano fondamentali affinché si mantenga una stabilità duratura soprattutto in un momento di incertezza come questo. È importante inoltre avvalersi di supporti tecnologici innovativi per intraprendere nuove sfide.

Sono rimasta profondamente colpita dalla resilienza e dalla flessibilità con cui i team hanno gestito questo periodo. Ho riscontrato una collaborazione aperta fra le persone che provengono da esperienze diverse ed è vitale per il successo dell’azienda. Penso che la nostra forza venga proprio da qui. Sento tanta energia e lo spirito giusto per affrontare questo nuovo anno.

Voglio ringraziare tutti i miei collaboratori per come hanno svolto le loro funzioni e i progetti che gli sono stati affidati, per come abbiano continuato a lavorare con la stessa costanza e passione di sempre, portandoci così ad ottenere grandi risultati e successi. Durante quest’anno abbiamo ampliato il nostro patrimonio digitale e continueremo ad ampliarlo anche nel prossimo futuro. Abbiamo vinto gare importanti che hanno confermato la nostra solidità e la fiducia da parte delle istituzioni.

Abbiamo rinnovato il nostro bike sharing di Verona introducendo un nuovo software e implementando il parco bici e le stazioni. Abbiamo migliorato il servizio del bike sharing di Milano e provveduto a sostituire parte della flotta con bike più performanti e all’avanguardia.

Abbiamo creato un nuovo management team che oggi è composto da persone che hanno una grande esperienza sul mercato.

Abbiamo lanciato un programma di welfare e creato dei progetti indirizzati a sviluppare le competenze dei nostri talenti.

Abbiamo seminato tanto e sono certa che raccoglieremo i frutti nei prossimi anni. 

Nel 2020 il nostro business è stato pesantemente colpito dalla pandemia e paradossalmente questo ha fatto sì che alcuni processi si accelerassero. I nostri clienti richiedono maggiore flessibilità quando pianificano le campagne e sono sempre più attenti ai target e ai risultati che possono raggiungere.

Il nostro futuro va in questa direzione. Stiamo accelerando la digitalizzazione per creare un patrimonio sempre più qualitativo e capillare soprattutto nelle principali città. L’audience measurement, uno dei nostri focus principali, sarà ancora più sofisticato grazie a Radar il sistema che permette di raggiungere in maniera efficace il proprio target. Questa piattaforma innovativa è stata sviluppata da Clear Channel e arriverà presto in Italia dopo aver già riscontrato grande successo in altre Business Unit.

La nostra vision “Creating the future of media” ha infatti l’obiettivo di guidare il cambiamento e plasmare il futuro del mondo dei media e dell’Out of Home che diventa sempre più “data driven”.

Come recita la nostra mission, oltre ad essere una “Platform for brands”, quindi soddisfare le esigenze degli advertiser aiutandoli a raggiungere il proprio pubblico in modo creativo ed efficace, siamo anche una “Platform for good”: diamo un contributo concreto alla comunità. È un approccio che riguarda i nostri prodotti e i benefici che questi portano sul pubblico. Il nostro patrimonio è spesso associato a progetti di responsabilità sociale. Anche quest’anno durante il periodo di emergenza abbiamo messo a disposizione gratuitamente i nostri spazi digitali per veicolare campagne a scopo benefico e continueremo a rispettare il nostro impegno per gli anni a venire. È parte della nostra brand identity e della nostra filosofia.

Da oggi cominciamo a lavorare in un “new normal” e dovremo continuare ad essere pazienti, collaborativi e flessibili.

Dobbiamo affrontare il 2021 focalizzandoci su ciò che veramente conta e non prendere le cose poco importanti troppo sul serio. Non sottovalutiamo la potenza di un sorriso!»

Altre news

Continua il successo di Clear Channel Italia nell’esplorazione di nuove soluzioni creative. Dopo il primo progetto di mural advertising la…
Il 2020 ha rappresentato per Verona Bike l’anno dell’evoluzione. Grazie ai finanziamenti del Programma Sperimentale Nazionale Mobilità Sostenibile, il bike…
Si rinnova l’impegno di Clear Channel Italia nei confronti di Triennale Milano. Già partner da anni per gli appuntamenti culturali…