Conservation International e Clear Channel uniscono le forze per portare i suoni della natura nelle strade di Glasgow e in tutto il mondo per la COP26

8 Novembre 2021

In queste settimane, 20.000 leader e delegati mondiali si stanno incontrando a Glasgow per discutere le possibili soluzioni alla crisi climatica mondiale. E c’è una voce che dobbiamo fare in modo che sia più forte e chiara che mai: quella della natura.

Conservation International ha annunciato una nuova campagna OOH globale in collaborazione con Clear Channel, “Hear me while you can,” per fare in modo che la natura venga ascoltata al COP26 e per ispirare i leader mondiali, i delegati e le persone in tutto il mondo a capire cosa andrà perso se non riusciamo a proteggerla.

Per tutta la durata della COP26, gli impianti digitali di Clear Channel mostreranno la nuova campagna di Conservation International, che invita i passanti a fermarsi ad ascoltare i bellissimi suoni della natura. Gli schermi digitali mostrano un QR code che, una volta inquadrato, trasporta il pubblico su conservation.org/HearMe, dove è possibile ascoltare alcuni dei paesaggi sonori più maestosi della natura, dalla foresta pluviale amazzonica alla savana sudafricana, dalle montagne del sud-est asiatico al Pacifico settentrionale, scoprendo quanto Conservation International si adoperi per proteggere la natura in tutto il mondo.La campagna giunge in un momento in cui quasi 3.000 delegati hanno partecipato ai colloqui della Convenzione sulla biodiversità COP15, dove i governi hanno deciso di impegnarsi a investire di più per proteggere la biodiversità.

Conservation International avverte che vi è un altro motivo per cui è necessaria una maggiore attenzione per fermare una distruzione senza precedenti: combattere il cambiamento climatico.

“La natura non è solo qualcosa di bello da vedere e sentire: è essenziale nella lotta per rallentare il cambiamento climatico, per la nostra stessa sopravvivenza. La scienza è chiara al riguardo: se non investiamo per fermare la distruzione della natura, non riusciremo ad evitare la catastrofe climatica”, sono le parole del dott. M. Sanjayan, CEO di Conservation International. “Stiamo lavorando in tutto il sud del mondo – e ora, qui alla COP26 a Glasgow – per guidare gli investimenti nella natura a beneficio delle persone e del clima”.

Tutelare la natura può rappresentare almeno il 30% dell’azione globale necessaria per prevenire gli impatti più pericolosi del cambiamento climatico; eppure soluzioni come la protezione, il ripristino e la conservazione di foreste, mangrovie e torbiere ricevono meno del 3% di tutti i finanziamenti globali per il clima.

Clear Channel sta dando il suo sostegno alla campagna facendo leva sui punti di forza unici dell’OOH, la sua grande portata e la capacità di amplificare il messaggio, per dare voce ad alcuni dei problemi più pressanti di oggi – in questo caso, il cambiamento climatico, offrendo spazi pubblicitari gratuiti sugli impianti digitali in tutti i suoi paesi, in Europa, in America e in Asia.

William Eccleshare, CEO di Clear Channel Outdoor Holdings, Inc. spiega: “L’ambizione di Clear Channel è quella di utilizzare il nostro patrimonio pubblicitario out of home peri creare un mondo migliore. Questo può avvenire solamente se prima proteggiamo il futuro. Stiamo facendo la nostra parte essenzialmente in due modi: in primo luogo, sfruttando la potenza del nostro mezzo e facilitare il dibattito su questioni importanti che spesso non ottengono l’attenzione che meritano. In ciò rientra la nostra campagna pro-bono con Conservation International che siamo incredibilmente orgogliosi di aiutare ad amplificare in modo che tutti nel mondo, e non solo i delegati della COP26, prendano parte al dialogo. In secondo luogo, stiamo modificando in maniera tangibile il modo in cui operiamo come azienda per ridurre il nostro impatto ambientale. Ad esempio, all’inizio di quest’anno abbiamo sviluppato un prototipo per un nuovo elemento di arredo urbano che purifica lo stesso

volume d’aria di 20 alberi, continuiamo a usare materiali riciclati per costruire le nostre pensiline degli autobus e collaboriamo con enti di beneficenza come Trees for Cities per creare città più verdi”. Clear Channel è firmataria del Global Compact delle Nazioni Unite e si è impegnata a essere Carbon Net Zero entro il 2050 in tutte le sue sedi nel mondo, in linea con l’Accordo di Parigi. L’azienda sta portando avanti progetti e iniziative a favore della sostenibilità in tutte le sue operazioni commerciali e riferirà dei suoi progressi in un prossimo rapporto ESG.

Altre news

Clear Channel Italia è partner di CORBA 5 CERCHI, un progetto che ha l’obiettivo di riqualificare e rigenerare attraverso l’arte…
Clear Channel Italia - LaunchPAD
Debutta in Italia LaunchPAD, la nuova piattaforma proprietaria di Clear Channel Europe dedicata alla vendita in programmatic, che rende disponibile al mercato…
Il piano di espansione digitale di Clear Channel Italia prosegue e raggiunge la capitale.La media company dal 2006 ha la…