2015_Archivio News

Il Comune di Milano inaugura con Clear Channel in Piazza Duomo le nuove bici elettriche.

Il Comune di Milano inaugura con Clear Channel in Piazza Duomo le nuove bici elettriche.

Una cyclo parade collettiva ha festeggiato l’arrivo delle 1.000 nuove bici in condivisione. Presenti all’inaugurazione il Sottosegretario all’Ambiente Barbara Degani, l’Assessore alla Mobilità del Comune di Milano Pierfrancesco Maran e il CEO di Clear Channel Italia Paolo Dosi.

Sabato scorso, centinaia di milanesi hanno festeggiato, con una cyclo parade collettiva, l’arrivo delle nuove bici elettriche di BikeMi, sistema di Bike sharing di Milano gestito dalla multinazionale americana Clear Channel dal 2008. Da oggi, infatti, sono disponibili per le strade di Milano le 1.000 biciclette a pedalata assistita che si aggiungono alle 3.650 tradizionali già in uso, trasformando Milano nella prima città al mondo ad avere un sistema di Bike sharing integrato.

È un progetto innovativo, unico per grandezza e complessità, ideato e gestito in esclusiva daClear Channel, fortemente voluto e promosso dal Comune di Milano e da ATM, e realizzato grazie al contributo di circa 4 milioni di euro del Ministero dell’Ambiente.

Il corteo ciclistico è partito dal piazzale della Stazione Centrale ed è giunto in Piazza Duomo, cuore pulsante della città meneghina e luogo storico dei milanesi per le celebrazioni importanti, dove hanno dato il benvenuto alle nuove bici il Sottosegretario all’Ambiente Barbara Degani, l’assessore alla Mobilità e Ambiente Pierfrancesco Maran, arrivato in bici insieme ai cittadini e al CEO di Clear Channel Italia Paolo Dosi.

Tutto il numeroso gruppo di ciclisti, di rosso vestito (il colore delle nuove biciclette) è stato scortato lungo il tragitto da 5 moto messe a disposizione da Kawasaki, Ducati e CRS, presenti alla cyclo parade su richiesta del partner di Clear Channel,Motomorphosis, associazione culturale che ha come scopo la sensibilizzazione sociale sui temi della sicurezza, educazione e mobilità stradale. Durante l’evento è stata esposta da Motomorphosis, in piazza Duomo, una moto completamente autografata da personaggi famosi. Con l’occasione, nuove firme si sono aggiunte, quella del Sottosegretario all’Ambiente, dell’assessore alla Mobilità e Ambiente di Milano e del CEO di Clear Channel Italia.

Così è stata mantenuta la promessa di far partire la terza fase del Bike sharing con l’apertura dell’Expo, insieme allo sbarco in città delle bici elettriche.

Oltre alle biciclette elettriche, stanno arrivando 70 nuove stazioni. Di queste, 44 saranno installate lungo il tragitto che collega il centro con il sito di Expo, per poi essere ricollocate in altre zone della città al termine dell’evento.

L’arrivo di E-BikeMi lascia invariato il sistema di prelievo ed utilizzo delle bici e questo spiega la scelta del claim “stessa stazione doppio servizio” che Clear Channel ha pensato per promuovere il nuovo servizio.  In tutte le stazioni già attive e in quelle in arrivo, gli utenti da oggi potranno trovare a disposizione sia le biciclette tradizionali sia quelle elettriche. Per le bici tradizionali è confermata la gratuità di ogni prima mezz’ora di utilizzo e sono invariate le tariffe per i minuti successivi. L’utilizzo della bici elettrica sarà invece “a consumo”: 25 centesimi per mezz’ora, 75 per un’ora, 1,75 euro per 1 ora e mezzo, 3,75  euro per 2 ore e 4 euro per ogni ora o frazione successiva.

Tante le funzionalità delle nuove bici, la cui batteria agli ioni di litio avrà un’autonomia tra i 55 e i 65 km e sarà ricaricabile fino a 300 volte: rilevatore GPS per garantire il ritrovamento in caso di smarrimento o furto, visualizzazione dei km percorsi e livello di carica della batteria, sella molleggiata, campanello integrato nella manopola destra e luci di sicurezza attive anche in posizione ferma.

Altre novità riguardano l’apertura dei profili social di BikeMi, il lancio dell’applicazione mobile che consente di abbonarsi e di verificare la disponibilità di bici o stalli liberi presso le stazioni più vicine e il rinnovo del sito web, con l’aggiunta di nuove funzionalità.

Intanto BikeMi ha raggiunto nuovi record: ad oggi sono 33.500 gli abbonamenti annuali attivi. Dall’inizio del 2015 sono già 5.252 quelli sottoscritti, il 19% in più rispetto allo stesso periodo del 2014, quando gli annuali acquistati erano stati 4.419.  In crescita anche la media degli utilizzi: se in totale nel 2014 gli utilizzi totali delle bici in condivisione sono stati 2.421.802, nei 4 mesi del 2015 si sono registrati 802.783 prelievi, il 15% in più rispetto alla stesso periodo dell’anno precedente.

Il CEO di Clear Channel Italia, Paolo Dosi così commenta: “Oggi non posso che essere particolarmente orgoglioso di veder realizzato quello che 20 mesi fa sembrava un sogno azzardato, troppo ambizioso. Quando si portano a termine progetti complessi ed innovativi come questo, ti rendi conto che la differenza la fanno le persone. In questo progetto, molti di noi hanno dato un valido e importante contributo, ma senza, Sergio Verrecchia e Giuseppe Mistretta, che rispettivamente, guidano e gestiscono operativamente la Bike sharing division di Clear Channel Italia, questo piccolo grande esempio di un progetto ideato e implementato in Italia, non sarebbe stato realizzato. In questi giorni, a Milano si respira un’aria di ritrovata fiducia e moderato ottimismo…e mi piace pensare che questo progetto rafforzi questi sentimenti, che sono essenziali per poter innescare un circolo virtuoso per il nostro Paese. Milano è la prima città al mondo ad avere un sistema integrato di bike sharing, che per i prossimi sei mesi faciliterà l’accesso all’area Expo, ma che da subito consentirà ai milanesi e a tutti i turisti di poter agganciare le “rosse elettriche” accanto alle “gialle tradizionali”.

Un sistema pratico, efficiente e veramente ecosostenibile che sta anche diventando un impareggiabile asset di comunicazione…vediamo in questi giorni l’impatto delle bici sponsorizzate Coca-Cola. Per i Brand che vogliono non solo affermarsi, ma anche sentirsi partner della città di Milano, che per i prossimi sei mesi avrà una visibilità mondiale, e dare un concreto supporto affinché la città meneghina diventi sempre più una “Smart City”, non vi è opportunità migliore di quella che nasce dal essere “Sponsor” di questo sistema di trasporto pubblico”.

 

 

Leggi tutte le news